fbpx
loader image

Come fare pubblicità
che vende.

Come smettere di buttare soldi in pubblicità che non ti serve
e strutturare una comunicazione che ti porta clienti e fatturati.

Di Gianfrancesco Giuliani  

Uno dei nostri compiti, in quanto agenzia di marketing e comunicazione, è quello di comprendere concretamente in che modo possiamo essere di vero supporto alle aziende.

Il lavoro inizia sul campo, su territorio.

E’ li che incontriamo gli imprenditori e ci confrontiamo con i loro problemi, cercando di individuare ciò che può realmente servire per aumentare il flusso di clientela e ottenere in generale migliori risultati per il loro business.

 

PMI e professionisti in ogni settore.

Ristoranti, palestre, startup, mobilifici, caseifici, circoli sportivi, studi professionali, studi dentistici, negozi, ambulanze private, studi legali, assicurazioni, centri di fisioterapia, centri medici, veterinari ecc. ecc..

Cosa vediamo ogni giorno?

Prima di tutto che molti settori sono in crisi e c’è chi ha l’intelligenza di innovare i propri modelli di business e di comunicazione, chi invece resta immobile dando colpa al mercato.

Molte aziende sono sul mercato da almeno 30 anni e nonostante combattano ogni giorno per andare avanti, non si rendono ancora conto che per fare impresa oggi, non è possibile fare quello che si faceva a 30 anni fa quando c’era più ricchezza: cioè alzare la saracinesca e vendere.

Oggi il modo in cui le persone comprano è cambiato.

La concorrenza è cambiata e i grandi player hanno un marketing che spazza via i piccoli.

I canali di vendita oggi sono completamente differenti. E’ la realtà.

Un’altra cosa interessante è che sono molte le aziende che provano a promuoversi online, con le sponsorizzate su facebook, usando Google e Instagram,  ma.. 

Un buon 90% degli imprenditori che lo fanno, spendono più di quanto investono. 

Quelli che sono online mi dicono:

” Io già faccio pubblicità online, ma non mi serve a niente”.
” Io già ho un sito, ma non mi serve a niente”
” Ho pagato un’agenzia che fa Instagram, ma non è servita a niente”

Non ottenendo risultati si crede giustamente che i canali di internet non funzionano, ma al di là delle competenze di un agenzia o di un consulente di marketing, il vero problema è un altro. 

La colpa non è della pubblicità che non funziona!

Alla base di tutto questo c’è un problema di valutazione che porta le aziende a confondere la causa con l’effetto e non cogliere al meglio le opportunità di una una campagna di comunicazione online.

Internet funziona, e anche molto bene (chiedetelo ai nostri clienti).

Il marketing funziona e anche molto bene.

Il vero problema è il modo in cui un’azienda si propone sul mercato, che si può racchiudere in una sola frase:

Totale assenza di strategia.

Zero strategia comunicazione.
Zero strategie di marketing.
Zero strategia di branding.

Online i siti web sembrano fotocopiati tra loro, la comunicazione sembra essere fatta con lo stampino e c’è totale assenza di strategia di offerta che riesca un minimo a differenziare un’azienda dall’altra.

Nella maggior parte dei casi, se non ci fosse quel minimo di logo sul sito web (spesso fatto anche male), è difficile capire anche il settore.

Sl territorio è la stessa cosa!

Su una via di Roma ricordo due mobilifici vicini tra loro di cui il primo aveva una scritta enorme fuori che diceva “Prezzi stracciati”, lo slogan del secondo era invece “I prezzi più bassi di sempre”.

E la cosa più bella è che parliamo di Roma, capitale d’Italia, dove purtroppo la quasi totalità delle aziende ancora non ha capito che oggi o si fa marketing come si deve, si trova un modo cioè di differenziarsi sul mercato e portare nuovi clienti (e mantenerli) o non si può andare avanti così per sempre.

Se competi in un mercato saturo (dove i clienti non spendono nemmeno più tanto come prima) e sei disarmato,  (non dai cioè un motivo ai tuoi clienti di scegliere te piuttosto che la concorrenza), ma ti limiti a presentarti sul mercato esattamente nello stesso modo degli altri, allora permettici di darti un consiglio:

Non fare pubblicità!

  • Senza una strategia di comunicazione che ti differenzi dalla concorrenza;
  • Senza una strategia di offerta che renda la tua azienda competitiva;
  • Senza una strategia di marketing che ti porti clienti e li mantenga,
  • Senza un sito web strutturato per acquisire contatti e comunicare una solida identità aziendale;
  • Senza una lista clienti con cui continuare a comunicare;
  • Senza una presenza funzionale a portarti clienti online e sui social.

Senza tutto questo, ogni investimento pubblicitario online, in radio e offline semplicemente non ti servirà.

Se ti ritrovi in questa situazione, smetti di fare pubblicità e organizzati subito per poterla fare. 

Come fare pubblicità che vende?

Se non vieni percepito dai tuoi clienti come uno dei riferimenti del tuo settore e non offri al tuo mercato un vantaggio competitivo unico, il solo modo che hai per “convincere” il cliente a comprare da te o ad affidarsi ai tuoi servizi,  é competere sul prezzo.

Il punto di partenza è differenziarti dalla concorrenza.

Dobbiamo costruire un identità aziendale unica e riconoscibile e dare una motivazione all’acquisto ai tuoi clienti che ti renda più competitivo rispetto alla concorrenza.

Una campagna pubblicitaria se ben strutturata può portarti prenotazioni, appuntamenti, chiamate, vendite, pagamenti e più profitti, ma la tua azienda deve essere sorretta da una strategia. 

I tuoi investimenti devono essere sorretti da una organizzazione di marketing in
grado di:

  1. Costruire e consolidare l’identità del tuo marchio sul mercato
  2. Acquisire facilmente nuovi clienti
  3. Far ritornare i clienti ad acquistare da te

In mancanza di questi tre elementi, è impossibile ottenere risultati concreti da un piano di comunicazione, qualunque esso sia e a prescindere dal canale.

La pianificazione della strategia di marketing e della comunicazione sono i migliori alleati per costruire un piano pubblicitario che funziona e porta risultati.

Possiamo valutarla insieme adesso. Clicca qui.