fbpx
loader image
Il marketing che funziona di più è quello che non sembra marketing.

La comunicazione che funziona di più è quella non orientata a persuadere all’acquisto, piuttosto,  quella finalizzata a creare valore e a trasmettere nuovi valori.

Le persone prima di comprare un servizio o un prodotto comprano te o i valori trasformazionali che il tuo brand rappresenta. 

Questo avviene per due ragioni principali:

  1. Le persone sono stanche di sottostare ai bombardamenti pubblicitari;
  2. Le persone seguono i leader, cioè quei brand (o professionisti) che hanno un identità ben definita dai valori che rappresentano.

Il marketing è uno strumento sicuramente utile per agevolare la diffusione della brand identity o del personal brand, agevolare il processo di acquisto e creare percezione di leadership sul mercato, ma senza contenuti di qualità, persuadere l’utente a comprare un prodotto o un servizio facendo leva sulle leve emozionali. non basta più.

Non.è più sufficiente e ti porta oramai ad essere identificato come il resto dei tuoi concorrenti.

Basta aprire facebook per vedere una serie infinite di sponsorizzate.

Ci avrai sicuramente fatto caso.

Il procedimento è sempre lo stesso: Webinar gratuito (o 3 video) e poi provo a venderti qualcosa.

Il marketing educazionale è un processo digitale di educazione del cliente basato sulla condivisione di contenuti, valori e soluzioni  mirate alle esigenze di un pubblico.

Perchè è efficace?

Perchè attraverso la costruzione di relazioni con i tuoi potenziali clienti, crei automaticamente percezione di autorevolezza, competenza e unicità.

E’ una strategia di comunicazione che qualunque professionista, coach, terapeuta, consulente, che approccia al mondo del web deve valutare.

E se hai un’azienda?

Per un azienda vale fondamentalmente lo stesso principio.

Attraverso una pianificazione dei contenuti, il marketing educazionale viene a sostegno delle aziende che vogliono costruire solide identità sul mercato, vendendo il loro brand senza vendere nel modo convenzionale del termine.

Costruendo relazioni  con i clienti, attraverso la condivisione di contenuti di valore che sono associabili al messaggio del brand.

Quali sono i punti chiave del marketing educazionale?

I punti chiave sono fondamentalmente tre:

  1. La conoscenza del mercato
  2. Leadership
  3. La creazione del proprio mercato.

Partiamo dal principio.

L’imprenditore è chi conosce i problemi del suo mercato e trova per questi una soluzione migliore rispetto alla concorrenza.

Conoscere i problemi del tuo pubblico, i loro sogni e desideri è il punto chiave di chi vuole fare impresa  sia online che su territorio.

Se non conosco e comprendo il mio cliente e non ho ho una soluzione valida alle sue esigenze, come posso creare impresa? 

Incontrando ogni giorno decine di imprenditori su territorio, mi rendo sempre più conto che non è il mercato ad essere fermo (chiedetelo a chi oggi sta fatturando milioni di euro se è fermo!), ma sono gli imprenditori ad essere fermi.

E’ obbligatorio innovarsi per servire un mercato sempre più evoluto e che continua a cambiare con la velocità con cui cambia internet.

Quindi il primo passaggio per costruire un brand attraverso le relazioni  è conoscere i problemi del mercato.

Per questo puoi sempre avvalerti di un valido partner strategico.

Il secondo elemento del marketing educazionale è la leadership.

Le persone seguono i leader. Chi ha la visione del cambiamento ed è guidato da una missione.

A causa del bombardamento mediatico a cui siamo sottoposti e a causa dell’ innovazione tecnologica costante, l’ approccio alla comunicazione di tipo pubblicitario – aggressivo diventa ogni giorno più datato e poco efficace.

La gente non crede più alle promesse della pubblicità e cerca autenticità.

Sai perchè?

Perchè mai come oggi ne ha bisogno!

Le persone hanno bisogno di una direzione, di un leader, seguono uomini e aziende forti, con una visione, con una missione e soprattutto una proposta reale di trasformazione.

Personalmente apprezzo molto la comunicazione online di personaggi come Mauro Scardavelli (Aleph), Marco Montemagno, Dario Vignali (Marketers), perchè non hanno bisogno di fare marketing vestendo i loro servizi e prodotti con promesse mirabolanti.

E’ sufficiente comunicare bene ciò che siamo, ciò che sappiamo e ciò che facciamo,

Il punto è che solo chi non è una valida soluzione ha bisogno di convincere e persuadere gli altri di essere la migliore soluzione.

Ma il potere più importante del marketing educazionale – relazionale  è la creazione di un forte posizionamento sul mercato.

Questo per un semplice motivo:

Se non crei il tuo mercato, il mercato non esiste.

Il marketing educazionale è il marketing che ti permette di creare il tuo mercato, uscire dalla concorrenza , creare un brand di valore e costruire il tuo  oceano blu.

Conseguenza di una strategia di comunicazione online improntata sul  marketing educazionale è la costruzione di una community online.

Un gruppo di persone cioè, che condividono la tua visione professionale, la tua missione, traendo allo stesso tempo spunti per migliorare nel loro quotidiano attraverso i tuoi contenuti.

Avere un pubblico di persone che individua in te un punto di riferimento in grado di risolvere determinati problemi ed esigenze è la cosa più importante.

La strategia consiste nella creazione di contenuti e nell’individuare il miglior modo di veicolarli al tuo pubblico.

(Il gruppo privato su Facebook è un esempio)

Ma esistono molteplici vie per rimanere in contatto con i tuoi potenziali clienti, dipende dal tuo business e dal modello su cui questo si basa.

Vuoi saperne di più sul marketing educazionale?