fbpx
loader image

Sei un musicista professionista e vuoi acquisire nuovi allievi online? Ecco due possibilità che il web ti mette a disposizione

Comunicazione, Web Design

Approfitto di una chiacchierata sul marketing con un mio amico musicista per scrivere questo articolo che, se sei un musicista e vuoi lavorare online, troverai sicuramente utile.

Oggi un musicista ha due grandi possibilità che il web è in grado di offrirgli.

  1. Creare un infobusiness e vendere corsi digitali
  2. Acquisire clienti per le tue lezioni utilizzando una landing page

Dato che nei prossimi giorni uscirà un articolo completo sull’infobusiness, non voglio spoilerarti nulla, ma voglio parlarti della seconda possibilità:

acquisire allievi con una landing page.

Direi di cominciare con una semplice domanda: cosa è una landing page?

la landing page è una pagina del tuo sito web che viene costruita per un unico obiettivo:

“Dare una risposta specifica ad una specifica esigenza o ricerca del cliente”

E’ una pagina che nasce con l’obiettivo  di portare l’utente a compiere un’azione che viene definita come “conversione”.

Questa azione può essere:

  • Un acquisto
  • La richiesta di un preventivo
  • La richiesta di maggiore informazioni
  • La richiesta di una consulenza
  • Un’appuntamento

O nel caso di un musicista una possibilità può essere l’offerta di una lezione gratuita.

In questo articolo vedremo nello specifico la prima parte di una landing page per un professionista come te: l’above the fold, la parte più importante.

Tuttavia prima di vedere un esempio concreto scendiamo più nel dettaglio e diamo una risposta a questa domanda:

Cosa vuol dire  “dare una risposta ad una specifica esigenza del cliente?”

Significa prima di tutto comprendere cosa vogliono le persone che ti stanno cercando online per poi creare un’offerta in grado di soddisfare appieno le esigenze di uno specifico target di pubblico che vuoi come clienti.

In seguito al corona virus il mondo online ha avuto un incremento notevole.

I numeri delle ricerche che fanno le persone oggi su servizi online sono quadruplicati rispetto a un anno fa.

Ecco un esempio.

I numeri che vedi sono la medie delle ricerche mensili che le persone cercano su Google (puoi vedere le ricerche che ti interessano andando su questo link).

A questo punto non c’è altro da fare che acquistare traffico su Google e portare queste persone sulla nostra landing page.

Qual’è il segreto di una landing page che porta risultati?

Questa che vedi è l’above the fold cioè la parte superiore della tua landing page.

In questa sezione deve essere subito reso chiaro il tuo target, cosa fai e la tua proposta sul mercato.

A partire da questi punti si sviluppa tutto il resto della tua comunicazione online.

Analizziamola.

Il primo punto su cui lavorare per rendere la tua comunicazione efficace è individuare esattamente ciò che cerca realmente il tuo target.

  • A chi ti rivolgi?
  • Chi vuoi che siano i tuoi clienti?
  • Che esperienza ha il tuo target di riferimento?
  • Cosa è davvero importante per lui?

Questa parte è fondamentale perchè ci permette di focalizzare l’intera comunicazione e ottenere migliori risultati, un miglior posizionamento e maggiori conversioni.

In questo esempio non parliamo a professionisti, ma ci rivolgiamo a persone che hanno poca o nessuna esperienza e vogliono cominciare.

Ricorda..

Il nostro obiettivo è duplice: far capire ai tuoi prossimi allievi perchè tu sei la migliore scelta per loro e portarli a richiedere un contatto con te

Il secondo elemento di un above the fold di qualità è la comunicazione dell’offerta.

Dobbiamo far subito capire all’utente cosa stiamo offrendo e se possibile utilizzare quella sezione per  posizionarci su Google con la  parola chiave che vogliamo conquistare.

In questo caso: “Lezioni di pianoforte online”.

Possiamo inserire anche il tuo nome o il nome del tuo metodo e l’ideale è fare dei test e mantenere il titolo che converte di più.

Parliamo adesso della “sub headline”, il sottotitolo.

Si tratta di una parte comunicativa che ha particolare importanza, perchè ha il compito di spiegare ai tuoi clienti l’unicità della tua proposta.

Il motivo che ti rende preferibile e differente agli occhi del pubblico a cui ti rivolgi.

In questo screen ho messo a titolo esemplificativo anche tre checklist che devono spiegare nel dettaglio vantaggi e benefici che un allievo avrebbe a cominciare un percorso di studi con te.

Ci sono altri due elementi che compongono questa prima sezione di landing page:

L’immagine e la call to action.

Nel caso di un musicista sicuramente l’immagine può rappresentare due cose:

  • Il pubblico target ritratto mentre suona e mostra soddisfazione
  • La tua immagine di professionista

I minimi dettagli fanno la differenza, un immagine sbagliata può limitare di molto l’efficacia di una campagna online.

La CTA o call to action è invece la chiamata all’azione.

Deve rappresentare un’ offerta e la possibilità per il tuo cliente di ottenere un beneficio in seguito al contatto.

Questa è solo la prima parte di una landing page che porta risultati online.

Visto quanto lavoro c’è dietro?

Senza considerare l’ottimizzazione di una campagna su Google.

Bello avere un landing che funziona… ma che ci fai non ci va nessuno?

 

0 commenti

Vuoi ottenere risultati concreti dal web?

Affidaci il web marketing della tua azienda

Ultimi articoli

I migliori cancelli su misura ad Ardea: Petralia Cancelli

I migliori cancelli su misura ad Ardea: Petralia Cancelli

Advans sviluppa la comunicazione di Petralia Cancell, felice di iniziare una collaborazione con una azienda storica che realizza prodotti di estrema qualità. Qui il sito di Giuseppe Petralia. La sua passione nella lavorazione del ferro e nel mettersi in gioco offrendo...