fbpx

La pubblicità che compri non ti porta nemmeno l’ombra di un cliente? Ecco tre buoni motivi per smettere oggi stesso di buttare via i tuoi soldi e cambiare subito direzione.

Di Gianfrancesco Giuliani – Advans Marketing

Da 2 anni a questa parte non c’è giorno che passa senza visitare sul territorio i nostri potenziali clienti.

I nostri commerciali e io stesso, incontriamo ogni giorno 20, 30, 50 titolari di azienda potenzialmente interessati ad una collaborazione con noi,

Parliamo di PMI e professionisti di ogni settore.

Ristoranti, palestre, nuovi brand, circoli sportivi, studi professionali, studi dentistici, negozi che vogliono vendere online, ambulanze private, studi legali, assicurazioni, centri di fisioterapia, centri medici, veterinari ecc. ecc..

Perchè ti dico questo?

Perchè il 90% degli imprenditori, dicono tutti la stessa cosa e se stai leggendo questo articolo è molto probabile che il loro problema riguardi anche te da vicino:

” Io già faccio pubblicità online, ma non mi serve a niente”.
” Io già ho un sito, ma non mi serve a niente”
” Già ho fatto una campagna di cartelloni pubblicitari, ma non è servita a niente”

In pratica la stragrande maggioranza delle aziende, quando hanno provato a promuovere i loro prodotti e servizi ha soltanto perso tempo e soldi.

Dopo aver analizzato nel dettaglio la situazione “comunicativa” di ciascuna di queste azienda, ci siamo resi conto di quanto gli imprenditori con cui ci confrontavamo, avessero avuto ragione.

Google Ads, Facebook Ads, radio, cartelloni stradali: nella stragrande maggioranza dei casi sono sempre maggiori le spese che i guadagni. 

A prescindere dai canali pubblicitari utilizzati, la maggior parte delle aziende con cui parliamo non ottengono risultati dall’ advertising. 

 La pubblicità non funziona?

Non commettere errori di valutazione.
A non funzionare non è la pubblicità.

Alla base di tutto questo c’è un enorme problema di valutazione che porta le aziende a confondere la causa con l’effetto e denigrare le opportunità di una sana campagna pubblicitaria.

Lascia che ti spieghi meglio. 

La situazione del 97% delle aziende si può racchiudere in una sola frase:

Totale assenza di strategia

Zero strategia comunicazione.
Zero strategie di acquisizione clienti.
Zero strategia di brand

Basta aprire un sito internet a caso di una delle tante aziende che visitiamo ogni giorno per capire che la loro presenza sul mercato digitale (e non) rasenta i limiti del ridicolo.

Sito web fotocopiati, comunicazione identica e fatta con lo stampino e totale assenza di strategia di marketing che riesca un minimo a differenziare un’azienda dall’altra.

Nella maggior parte dei casi, se non ci fosse quel minimo di logo sul sito web (troppo spesso fatto anche malissimo), è difficile capire anche il settore.

La cosa triste è che non stiamo parlando di aziende a gestione familiare di piccoli centri dove e a mala pena arriva internet.

Parliamo di Roma, capitale d’Italia dove purtroppo la quasi totalità delle aziende ancora non ha capito che oggi o si fa marketing come si deve o non si può sperare di prosperare.

La verità è che se gli investimenti che hai fatto non hanno funzionato, la colpa non è della pubblicità che non funziona, non è di internet che non porta clienti.

La pubblicità funziona! E’ la tua azienda che non è strutturata per fare pubblicità

Il vero problema è che moltissime aziende si propongono al mercato semplicemente alzando la serranda la mattina. 

  • Senza una strategia di comunicazione che ti differenzi dalla concorrenza;
  • Senza una strategia di offerta che rendi la tua azienda più competitiva;

  • Senza una strategia di marketing che ti porti clienti e li faccia ritornare ad acquistare da te o a riavvalersi dei tuoi servizi;
  • Senza un sito web strutturato per acquisire contatti;
  • Senza una lista clienti con cui continuare a comunicare;
  • Senza una presenza funzionale a portarti clienti online e sui social.

Senza tutto questo, ogni investimento pubblicitario online, in radio e offline, diventa un bagno di sangue.

Se sei in un contesto di mercato già saturo (dove i clienti non spendono nemmeno più tanto come prima) e non competi con le giuste armi (non dai un motivo ai tuoi clienti di scegliere te piuttosto che la concorrenza), ma ti limiti a presentarti sul mercato esattamente nello stesso modo degli altri, permettici di darti un consiglio:

Non fare pubblicità!

Se ti ritrovi in questa situazione, smetti di fare pubblicità e organizza la tua azienda nel modo giusto per promuoverti.

Una campagna pubblicitaria se ben strutturata può portarti prenotazioni, appuntamenti, chiamate, vendite, pagamenti e profitti, ma la tua azienda deve essere sorretta dal marketing. 

I tuoi investimenti devono essere sorretti da una organizzazione di marketing in
grado di:

  1. Costruire e consolidare l’identità del tuo marchio sul mercato
  2. Acquisire facilmente nuovi clienti
  3. Far ritornare i clienti ad acquistare da te

In mancanza di questi tre elementi, non è possibile ottenere risultati concreti da un piano pubblicitario, qualunque esso sia e a prescindere dal canale.

Vuoi fare pubblicità che porti risultati? 
Ecco da dove partire.

Il punto è il seguente.

Se non vieni percepito dai tuoi clienti come uno dei riferimenti del tuo settore e non offri al tuo mercato un vantaggio competitivo unico, il solo modo che hai per “convincere” il cliente a comprare da te o ad affidarsi ai tuoi servizi,  é competere sul prezzo.

Il punto di partenza è differenziarti dalla concorrenza, attraverso la costruzione di un identità unica e riconoscibile e dare una motivazione all’acquisto ai tuoi clienti che ti renda più competitivo rispetto alla concorrenza.

Se vuoi creare nuove opportunità di crescita, la strada é quella dell’ innovazione, ponendo il il focus sui consumatori e i loro bisogni e desideri non appagati.

La pianificazione della strategia di marketing e della comunicazione sono i migliori alleati per costruire un piano di comunicazione che funziona.  . 

Gianfrancesco Giuliani –
Advans Marketing

Incrementa i tuoi profitti in 30 giorni con le corrette strategie.

Se vuoi più profitti e acquisire nuovi clienti, se vuoi accrescere il valore del tuo marchio sul mercato, non perdere altro tempo e richiedi subito un incontro gratuito presso la tua azienda. 

Sviluppiamo un piano marketing personalizzato e ti mostriamo che risultati possiamo raggiungere nei prossimi 30 giorni. 

Ti basta cliccare qui.

 

La pubblicità che compri non ti porta nemmeno l’ombra di un cliente? Ecco tre buoni motivi per smettere oggi stesso di buttare via i tuoi soldi e cambiare subito direzione.

Di Gianfrancesco Giuliani – Advans Marketing

Da 2 anni a questa parte non c’è giorno che passa senza visitare sul territorio i nostri potenziali clienti.

I nostri commerciali e io stesso, incontriamo ogni giorno 20, 30, 50 titolari di azienda potenzialmente interessati ad una collaborazione con noi,

Parliamo di PMI e professionisti di ogni settore.

Ristoranti, palestre, nuovi brand, circoli sportivi, studi professionali, studi dentistici, negozi che vogliono vendere online, ambulanze private, studi legali, assicurazioni, centri di fisioterapia, centri medici, veterinari ecc. ecc..

Perchè ti dico questo?

Perchè il 90% degli imprenditori, dicono tutti la stessa cosa e se stai leggendo questo articolo è molto probabile che il loro problema riguardi anche te da vicino:

” Io già faccio pubblicità online, ma non mi serve a niente”.
” Io già ho un sito, ma non mi serve a niente”
” Già ho fatto una campagna di cartelloni pubblicitari, ma non è servita a niente”

In pratica la stragrande maggioranza delle aziende, quando hanno provato a promuovere i loro prodotti e servizi ha soltanto perso tempo e soldi.

Strano, perchè la promozione è uno dei motori alla base di ogni attività, no?

Dopo aver analizzato nel dettaglio la situazione “comunicativa” di ciascuna di queste azienda, ci siamo resi conto di quanto gli imprenditori con cui ci confrontavamo, avessero avuto ragione.

Google Ads, Facebook Ads, radio, cartelloni stradali: nella stragrande maggioranza dei casi sono sempre maggiori le spese che i guadagni. 

A prescindere dai canali pubblicitari utilizzati, la maggior parte delle aziende con cui parliamo non ottengono risultati dall’ advertising. 

 La pubblicità non funziona?

Non commettere errori di valutazione.
A non funzionare non è la pubblicità.

Alla base di tutto questo c’è un enorme problema di valutazione che porta le aziende a confondere la causa con l’effetto e denigrare le opportunità di una sana campagna pubblicitaria.

Lascia che ti spieghi meglio. 

La situazione del 97% delle aziende si può racchiudere in una sola frase:

Totale assenza di strategia

Zero strategia comunicazione.
Zero strategie di acquisizione clienti.
Zero strategia di brand

Basta aprire un sito internet a caso di una delle tante aziende che visitiamo ogni giorno per capire che la loro presenza sul mercato digitale (e non) rasenta i limiti del ridicolo.

Sito web fotocopiati, comunicazione identica e fatta con lo stampino e totale assenza di strategia di marketing che riesca un minimo a differenziare un’azienda dall’altra.

Nella maggior parte dei casi, se non ci fosse quel minimo di logo sul sito web (troppo spesso fatto anche malissimo), è difficile capire anche il settore.

La cosa triste è che non stiamo parlando di aziende a gestione familiare di piccoli centri dove e a mala pena arriva internet.

Parliamo di Roma, capitale d’Italia dove purtroppo la quasi totalità delle aziende ancora non ha capito che oggi o si fa marketing come si deve o non si può sperare di prosperare.

La verità è che se gli investimenti che hai fatto non hanno funzionato, la colpa non è della pubblicità che non funziona, non è di internet che non porta clienti.

La pubblicità funziona, è la tua azienda che NON è strutturata per fare pubblicità di alcun tipo.

Il vero problema è che le aziende si propongono al mercato semplicemente alzando la serranda la mattina. 

  • Senza una strategia di comunicazione che ti differenzi dalla concorrenza;
  • Senza una strategia di offerta che rendi la tua azienda più competitiva;

  • Senza una strategia di marketing che ti porti clienti e li faccia ritornare ad acquistare da te o a riavvalersi dei tuoi servizi;
  • Senza un sito web strutturato per acquisire contatti;
  • Senza una lista clienti con cui continuare a comunicare;
  • Senza una presenza funzionale a portarti clienti online e sui social.

Senza tutto questo, ogni investimento pubblicitario online, in radio e offline, diventa un bagno di sangue.

Se sei in un contesto di mercato già saturo (dove i clienti non spendono nemmeno più tanto come prima) e non competi con le giuste armi (non dai un motivo ai tuoi clienti di scegliere te piuttosto che la concorrenza), ma ti limiti a presentarti sul mercato esattamente nello stesso modo degli altri, permettici di darti un consiglio:

Non fare pubblicità!

Se ti ritrovi in questa situazione, smetti di fare pubblicità e organizza la tua azienda nel modo giusto per promuoverti.

Una campagna pubblicitaria se ben strutturata può portarti prenotazioni, appuntamenti, chiamate, vendite, pagamenti e profitti, ma la tua azienda deve essere sorretta dal marketing. 

I tuoi investimenti devono essere sorretti da una organizzazione di marketing in grado di:

  1. Costruire e consolidare l’identità del tuo marchio sul mercato
  2. Acquisire facilmente nuovi clienti
  3. Far ritornare i clienti ad acquistare da te

In mancanza di questi tre elementi, non è possibile ottenere risultati concreti da un piano pubblicitario, qualunque esso sia e a prescindere dal canale.

Vuoi fare pubblicità che porti risultati? 
Ecco da dove partire.

Il punto è il seguente.

Se non vieni percepito dai tuoi clienti come uno dei riferimenti del tuo settore e non offri al tuo mercato un vantaggio competitivo unico, il solo modo che hai per “convincere” il cliente a comprare da te o ad affidarsi ai tuoi servizi,  é competere sul prezzo.

Il punto di partenza è differenziarti dalla concorrenza, attraverso la costruzione di un identità unica e riconoscibile e dare una motivazione all’acquisto ai tuoi clienti che ti renda più competitivo rispetto alla concorrenza.

Se vuoi creare nuove opportunità di crescita, la strada é quella dell’ innovazione, ponendo il il focus sui consumatori e i loro bisogni e desideri non appagati.

La pianificazione della strategia di marketing e della comunicazione sono i migliori alleati per costruire un piano di comunicazione che funziona.  . 

Condividi!